ricercaA fine gennaio del 2021, l’importante Istituto di Ricerca farmacologica Mario Negri parla senza mezzi termini di curcumina come antinfiammatorio naturale.

Più una serie di altri numerosi benefici.
Non dice “forse”, non dice “sembrerebbe che…”.

Uno dei più prestigiosi istituti di ricerca italiana e internazionale, e anche fondazione privata senza scopo di lucro nel campo della ricerca biomedica, scrive infatti:

 

 

“I benefici che la salute riceve dall’assunzione di curcuma sono molteplici:

  • previene e riduce le infiammazioni;

  • allevia i dolori articolari;

  • è utile al lavoro del cervello e del sistema nervoso;

  • è un antidolorifico naturale;

  • aiuta la digestione;

  • limita l’azione dei radicali liberi;

  • rinforza il sistema immunitario;

  • aiuta a prevenire il diabete di tipo 2;

  • aiuta aprevenire le infezioni batteriche;

  • facilita il processo di cicatrizzazione delle ferite”I ricercatori sono così convinti di queste affermazioni che hanno anche avviato uno studio scientifico della massima serietà (randomizzato in doppio cieco) per valutare gli effetti della curcumina sull’artrosi.”

Mi raccomando però, stiamo parlando della curcumina, non della semplice curcuma che trovi al supermercato.

Che differenza c’è?

La curcumina è il principio attivo della curcuma, la famosissima spezia orientale. Peccato però che all’interno della polvere di curcuma tu possa trovare al massimo un 5% di curcumina.

Inoltre questo principio attivo viene pochissimo assorbito dal nostro organismo. Risultato?

Per ottenere tutti i benefici della curcumina non serve a niente ingerirla con la curcuma comprata in polvere o grattuggiata al momento.

Occorre integrarla in prodotti che, dopo averla concentrata, usano dei sistemi naturali in grado di aumentare nel nostro organismo l’assimilazione di questa sostanza.

È vero infatti che la curcumina è una delle sostanze naturali più studiate per i benefici alla nostra salute, con migliaia di studi scientifici a supporto.

Ma è vero anche che dimostra chiaramente i suoi vantaggi solo quando si utilizzano brevetti in grado di farla assorbire efficacemente.

Solo così diventa un utile e benefico antinfiammatorio e antiossidante in grado di portare i suoi benefici contro molteplici problemi di salute.

Del resto l’infiammazione è alla base di tantissimi disturbi di salute e malattie, come appunto l’artrosi di cui parla l’Istituto Mario Negri.

Ma non abbiamo a disposizione già dei farmaci antinfiammatori sia per l’artrite che per altre patologie?

Ecco cosa scrive l’Istituto di ricerca a riguardo:

“Il trattamento farmacologico tradizionale dell’artrosi è basato sui farmaci antinfiammatori e analgesici.

A causa del loro uso prolungato però, queste sostanze possono avere gravi effetti collaterali, limitandone o controindicandone l’uso.”

Qual è il grosso vantaggio della curcumina?

Che si può farne un uso prolungato senza timore di subire gli effetti collaterali dei farmaci antinfiammatori! Ecco perché da anni sta suscitando questo enorme interesse.

Ed ecco perché anche noi di PLPharma abbiamo deciso di formulare un prodotto a base di curcumina concentrata e potenziata da un brevetto naturale in grado di aumentarne enormemente l’assorbimento.

Il brevetto che abbiamo utilizzato ha svariati studi scientifici che mostrano un’elevata azione antinfiammatoria della curcumina così potenziata.

Così l’abbiamo inserita in questo prodotto attentamente studiato, che la associa ad altri ingredienti bioattivi per esaltarne l’azione benefica sulla tua salute => clicca qui per vedere il prodotto

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *