ansiaC’è una pandemia tanto silenziosa quanto pericolosa che serpeggia da svariati mesi, anzi, ormai sono anni…

Non è quella del COVID, che è tutto tranne che silenziosa, visto che non si parla d’altro.

Ma è quella dell’ansia crescente che si sta infiltrando in tutte le fasce di età e in tutti gli strati sociali.

I telegiornali ne parlano ancora troppo poco. 

Anzi. 

Sono i primi a gettare benzina sul fuoco, a contribuire a questa pandemia con un ossessivo martellamento di bollettini sui contagi, ricoveri, restrizioni, stati di emergenza, proclami e previsioni allarmanti e contraddittorie.

Il quotidiano La Repubblica, a dicembre del 2021 titolava:

“Effetto ansia da pandemia, paghiamo ancora le conseguenze delle restrizioni” 

E poi l’articolo affondava il colpo:

“Dai bambini fino agli anziani, ciascuna fascia di età ha vissuto e continua a vivere problemi e specificità legati a una socialità e una quotidianità diversa, da riprogrammare. Gli effetti non sono da sottovalutare perché ancora oggi, dopo quasi due anni dall’inizio di questa storia, il 41% degli italiani dice di sentirsi spesso giù di morale, mentre uno su tre è in apprensione per il proprio stato di salute…”

A gennaio del 2022 il canale Salute & Benessere dell’ANSA rilancia:

“Psichiatri: sale ansia, effetto pandemia fai da te.

In occasione del web forum internazionale “Pills of Psychiatry and Neurology” è emersa una nuova causa di ansia.

C’è un’isteria collettiva e contagiosa di persone che, tra tamponi fai da te in casa, corsa a cure improprie e lockdown auto-imposti, aggravano gli stati ansiosi.

Esiste un modo sicuro e naturale di contrastare questa pandemia silenziosa, prima che ci sprofondi in stati patologici che richiederebbero l’uso di farmaci per l’ansia?

Dobbiamo aspettare di cadere nell’abisso di una malattia ansiosa che ci porta a dover assumere psicofarmaci?

In realtà ci sono dei segnali, delle spie di allarme che dobbiamo saper cogliere e ascoltare. 

E quando le individuiamo, possiamo intervenire in modo naturale, prima che l’ansia diventi patologica.

Eccone alcune “spie” dell’ansia: 

Ti spaventi se pensi al futuro prossimo? 

Sei più irritabile del solito, magari per periodi più lunghi e per situazioni anche banali?

Ti senti costantemente spossato e sfinito, ma allo stesso tempo fatichi a prendere sonno?

Soffri di rigidità muscolari improvvise, ad esempio al collo, alla schiena, o al diaframma con addirittura la presenza di bruciori di stomaco e reflusso?

Hai mal di pancia inspiegabili da tensione?

Sei assalito da fame nervosa e insaziabile o al contrario senti la bocca dello stomaco costantemente bloccata come da un macigno?

Questi possono essere tutti segnali d’allarme di uno stato ansioso che rischia di diventare patologico.

Per fortuna la natura ci ha messo a disposizione delle sostanze che possono darci una grossa mano nel contrastare efficacemente nella fase iniziale quei sintomi che potrebbero diventare, se trascurati, un vero e proprio disturbo ansioso…

Da anni infatti la ricerca scientifica studia le caratteristiche e gli effetti di quei principi attivi naturali che, senza essere gravati da effetti collaterali tipici dei farmaci, sono in grado di favorire il nostro benessere psicofisico con un’azione rilassante…calmante e distensiva…

Oggigiorno molti sono i prodotti naturali che vantano proprietà tranquillanti…. Ma come scegliere il prodotto più efficace e utile per aiutarci a controllare l’ansia? 

Ma sono veramente tutti efficaci? 

E’ forse sufficiente che siano a base di erbe riconosciute come rilassanti per funzionare contro questi stati ansiosi transitori?

La scienza dice di no.

Gli studi scientifici sono chiari: non basta prendere un po’ di quella o quell’altra erba curativa per goderne l’effetto.

Non basta ad esempio prendere genericamente un po’ di Valeriana per ottenere l’effetto distensivo di questa pianta. 

Perché i benefici di questo fitoterapico derivano dalla concentrazione dei suoi principi attivi (gli acidi valerenici) che devono essere presenti e in quantità definite in modo scientifico per poter essere realmente efficaci.

Se vuoi godere dei benefici rilassanti di certe piante medicinali, hai bisogno di un prodotto formulato in modo da avere i principi attivi della pianta e al giusto dosaggio.

Meglio ancora sarebbe avere un nutraceutico con la presenza di più sostanze naturali che con la sinergia dei loro principi attivi, aumentano l’effetto rilassante.

E’ quello che è stato fatto col calmante naturale che trovi qua => nutraceutico rilassante e distensivo.

Con questo nutraceutico puoi godere dell’azione sinergica di Valeriana, Melissa, Passiflora ed Escolzia che grazie ai loro principi attivi  presenti in quantità efficaci, permettono di ottenere effetti calmanti e distensivi!

E’ un prodotto che agisce anche su una delle prime somatizzazioni dell’ansia, che è la tensione muscolare. La stessa che, ad esempio, crea mal di pancia da ansia.

Inoltre è anche un integratore di vitamine del gruppo B, che sono un toccasana per il sistema nervoso scosso e provato.

La formulazione in gocce per di più consente un’ottima modulazione del dosaggio e il prodotto è così ben tollerato che può essere dato anche ai bambini.

Ricorda poi che non provoca sonnolenza, anzi, aiuta la concentrazione che l’ansia tende a far saltare.

Se vuoi avere tutti questi benefici, ti basta cliccare qua => nutraceutico rilassante e distensivo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *